Il Documentario

Sinossi

_Egitto-> un sogno fuori dal cassetto è un documentario sulle speranze e sui progetti nati dalla rivoluzione egiziana.
Un racconto dalle sfumature tragicomiche che, tramite le testimonianze di alcuni giovani che hanno partecipato alla rivoluzione, fa ripercorrere lo spirito del movimento, le aspettative, le incertezze, le speranze e i progetti per il futuro.
E’ il tentativo di rappresentare un paese in grande movimento, usando il nuovo linguaggio politico e sociale che si sta definendo tra i giovani studenti, artisti, lavoratori che prendono coscienza dell’eredità della dittatura e cercano di determinare un futuro diverso.
Espressioni artistiche, simboli, slogan raccolti in alcuni luoghi della rivoluzione fanno da collante per gli elementi di questo racconto collettivo.

Scevro da affiliazioni ideologiche, ma colmo di riferimenti all’attualità mediorientale e globale, il racconto dei giovani egiziani tocca diversi temi caldi, alcuni dei quali si ritrovano nel dibattito in corso in Italia e in Europa: sovranità economica e monetaria, lavoro e precariato, giustizia sociale e welfare.

Quasi come un antidoto al clima di crisi, una forte dose di speranza accompagna la lotta dei giovani egiziani nel loro percorso ad ostacoli verso una reale democrazia. E non si ispirano più esclusivamente al modello dei paesi occidentali – “non abbiamo bisogno della vostra economia” afferma uno dei protagonisti – ma cercano di costruire un’alternativa genuina che incorpori lo stile e la cultura egiziana, senza favorire settarismi e divisioni.

 

Destinatari

La scommessa principale di questo documentario è quella di poter parlare alle persone comuni, quelle che non hanno particolare conoscenza o consapevolezza dei movimenti rivoluzionari nati in Egitto e in tutto il medio oriente. Questo obiettivo viene perseguito facendo raccontare storie da persone comuni, che non avevano avuto un ruolo pubblico particolare prima della rivoluzione. Lo scopo non è ricostruire i fatti che stanno successi dall’inizio della rivoluzione, ma cercare di identificare i cambiamenti che le persone stanno vivendo e determinando.
In definitiva, il documentario mira ad aprire un canale di comunicazione tra gli egiziani e noi italiani e occidentali, per fornire degli strumenti di comprensione delle rivoluzioni in corso, col minimo filtro possibile.